Prodotti tipici
:: Prodotti tipici
:: Tarocco
:: Fichidindia
:: Mostarda di fichidindia
:: Cavateddi al sugo di maiale
<< Home
Fichidindia

Il ficodindia (a ficupala), il cui nome scientifico è «Opuntia ficus indica», è una specie appartenente alla famiglia delle cactacee, propria di zone rocciose e aride, coltivata nelle regioni dell’Italia meridionale per i suoi frutti commestibili.
È una pianta molto succosa, caratteristica per i suoi rami larghi e piatti, detti cladodi, simili a delle grandi foglie carnose (le pale). È a essi che, al posto delle foglie trasformate in spine, è affidata la fotosintesi clorofilliana.
Al margine dei cladodi apicali si formano i frutti, bacche di forma ovoidale che assumono un tipico colore giallo-arancio quando giungono a maturazione. Coperti di setole pungenti, i fichidindia contengono numerosi semi (da circa 100 a oltre 400 per frutto) e la loro polpa è succosa e zuccherina.
Originario dell’America, probabilmente introdotto in Europa da Cristoforo Colombo dopo la scoperta del Nuovo Continente, il ficodindia è una delle piante simbolo del paesaggio rurale degli Iblei.