Visita di Pedagaggi
:: I siti archeologici
   > Sorgente Paradiso
   > Pezza Grande
   > Contrada Cugni
:: Chiesa Santa Maria della Stella
:: Chiesa San Pietro in Vincoli
:: Statua di Santa Maria la Bianca
:: Palazzo del Barone
:: Quartiere San Cristoforo
:: Sorgente Favarotta
:: Impianti eolici
   > Enel
   > Ivpc
:: Sentiero Italia
   > Tappa 7: Buccheri - Pedagaggi
   > Tappa 8: Pedagaggi - Carlentini
<< Home
I siti archeologici: Sorgente Paradiso
 
A est di Pedagaggi, a circa due chilometri dall’abitato, si trova contrada Fontana Paradiso, il cui toponimo rimanda all’esistenza di una ricca sorgente, la sorgente Paradiso appunto, che in passato favorì certamente lo stanziamento dell’uomo, attratto probabilmente, oltre che dall’acqua, anche dalla presenza di una fitta boscaglia e di un’abbondante selvaggina.
La presenza dell’uomo in quell’area è testimoniata dalle numerose grotticelle artificiali preistoriche realizzate lungo i fianchi della profonda cava scavata nel corso dei secoli dal torrente Gelso, alimentato dalla sorgente Paradiso.
Due le grotte archeologicamente più rilevanti visitate a metà degli anni ’60 dal prof. Luigi Bernabò Brea. Nella prima, un riparo sotto roccia, furono rinvenuti e raccolti diversi utensili di pietra riconducibili al Paleolitico superiore. Gli oggetti litici scoperti appartengono, nello specifico, alla fase iniziale del cosiddetto Epigravettiano finale, tra 14 e 12 milioni di anni fa.
Nella seconda grotta, conosciuta come «Grotta del fico», l’indagine dell’illustre archeologo ligure consentì di accertare la presenza di ossa umane e di numerosi frammenti di ceramica appartenenti allo stile di Diana del Neolitico superiore, agli stili del Conzo e di Malpasso dell’Eneolitico, e allo stile di Castelluccio dell’Età del Bronzo antico.